Blitz quotidiano
powered by aruba

Pignorano pensione ad anziana. Lei: “Broker di Montecarlo mi ha rubato 5 milioni”

MONTECARLO – Domenica Baiguera ha 85 anni, soffre di Parkinson e vive su una sedia a rotelle e le è stata pignorata la pensione. L’anziana di Santa Cristina si dice vittima del broker di Montecarlo e dopo tre processi non è riuscita a riavere indietro l’eredità del marito e la cascina, ma si è ritrovata condannata a risarcire l’ex moglie di chi l’ha raggirata. “Mi ha rubato 5 milioni di euro“, dice la Baiguera che si dichiara vittima del broker, che ha residenza a Montecarlo e ha patteggiato una condanna in sede penale per l’accusa di appropriazione indebita, mentre in sede civile il processo non trova una conclusione.

Stefania Prato su La Provincia Pavese scrive che la vicenda giudiziaria inizia nel 1994, quando il marito della donna, Giovanni Gobbi, ha affidato al presunto broker che vive a Montecarlo la gestione dei suo beni. Nel 2003, quando Gobbi chiede il rendiconto degli investimenti, scopre che i suoi conti sono prosciugati:

“E l’uomo viene convinto a vendere, per 2 milioni e mezzo, l’ultima porzione di cascina Pistoia dove abitava la coppia senza figli. «E anche di quei soldi è sparita qualsiasi traccia», racconta l’anziana signora che ora abita in affitto. Da qui la decisione di Gobbi di sporgere denuncia.

«Il broker, stando alle indagini della polizia giudiziaria, ha iniziato a tutelarsi, si è separato dalla moglie a cui trasferisce il 50% di tre appartamenti milanesi, spogliandosi di fatto di tutti i beni a lui riconducibili e quindi aggredibili», racconta Domenica, che intanto incassa due sentenze favorevoli: «Per l’appropriazione indebita del denaro proveniente dalla vendita della cascina l’uomo è stato condannato al risarcimento di circa 2milioni e 300mila euro. Condannato anche in primo grado di risarcire circa 650mila euro nel processo sulle ultime disponibilità presenti nel conto svizzero e trasferiti in una banca monegasca. Ora si attende la decisione della Corte d’Appello»”.

 

Intanto nel 2007 Gobbi è morto e la moglie ha proseguito con le cause, chiedendo anche l’accertamento che l’accordo di separazione tra il broker e la ex moglie non fosse una simulazione. La Baiguera si è così ritrovata citata in giudizio dalla ex moglie del broker ed è stata condannata a versare un risarcimento da 70mila euro e con la pensione pignorata per 1500 euro:

“«Mi vedo costretta a chiedere aiuto ai miei nipoti, non riesco a pagare affitto, bollette e medicine»”.


PER SAPERNE DI PIU'