Blitz quotidiano
powered by aruba

Rudy Guede, permesso premio: fuori dal carcere di Viterbo fino al 15 novembre

VITERBO – Nuovo permesso premio, di tre giorni, per Rudy Guede, che sta scontando 16 anni di reclusione per l’omicidio di Meredith Kercher, compiuto a Perugia la sera del primo novembre del 2007. Ha infatti lasciato il carcere di Viterbo per essere ospitato dal Gavac, l’associazione di volontariato che si occupa dei detenuti e delle loro famiglie. Dovrà tornare in cella martedì 15 novembre entro le 17.

Secondo quanto riferito dal portavoce del Centro per gli studi criminologici Daniele Camilli, è il quarto permesso premio per l’ivoriano dopo quello di giugno e altri due ad agosto e settembre (dei quali non si era però avuto finora notizia). Questa volta però Guede ha avuto l’autorizzazione per uscire dalla struttura. “Lo può fare – ha detto Camilli all’Ansa – per un’ora a colazione, un’ora e mezza a pranzo e altrettanto a cena. Il resto del tempo lo passa all’interno del Gavac (in regime di arresti domiciliari) dove studia per la laurea specialistica in storia e ambiente all’Università Roma Tre”.

Nel luglio scorso si è infatti laureato in carcere con 110 e lode in Scienze storiche presso lo stesso Ateneo. Ieri sera e oggi a pranzo Guede si è recato in due diversi ristoranti del centro di Viterbo. “Sceglie prodotti tipici – ha detto ancora Camilli – e beve solo Coca cola. Gli piace cambiare ristoranti perché sono le prime volte dopo nove anni che può mangiare fuori dal carcere”. Guede ha mangiato con i suoi familiari e gli amici, come la maestra che gli aveva insegnato a Perugia. Con lui anche i volontari del Centro per gli studi criminologici che lo seguono nel carcere di Viterbo.