Blitz quotidiano
powered by aruba

Statali: ferie non a ore, richiamo dalle vacanze è lecito

ROMA – Tempi duri per gli assenteisti della pubblica amministrazione. Ferie e “malattia” per gli statali funzionano infatti solo a giornata e non ad ore. Non è possibile quindi utilizzarle come permessi per uscire prima da lavoro o entrare dopo. A fare il punto sulla questione è l’Aran, l’Agenzia che si occupa di pubblico impiego, la faccia del Governo nei tavoli con i sindacati.

L’Aran chiarisce anche che se l’amministrazione ne ha necessità può richiamare il dipendente in villeggiatura, anche se deve rimborsargli il viaggio. Si era parlato nei mesi scorsi della possibilità di spacchettare la “malattia” in ore per poter fare visite specialistiche ma poi non se ne era fatto nulla.

L’Aran scioglie anche altri dubbi ricorrenti tra i dipendenti pubblici in una sorta di report dove settore per settore, dai ministeriali agli insegnanti, indica tetti e vicoli in fatto di assenze. Argomento sensibile su cui il Governo è a lavoro per imprimere una stretta, così da rendere più difficile darsi per finti malati o utilizzare altre scappatoie illecite. Ma questo è anche periodo di ferie, visto l’avvicinarsi delle vacanze estive. E a proposito l’Aran spiega che l’amministrazione se in necessità può richiamare il dipendente in villeggiatura ma deve rimborsargli il viaggio.


TAG: ,