Blitz quotidiano
powered by aruba

Chi è Mario Batali, chef della cena Obama-Renzi alla Casa Bianca

WASHINGTON – L’ultima cena di Stato di Barack Obama come presidente degli Stati Uniti parlerà italiano. Ospite sarà infatti Matteo Renzi, con consorte e un parterre di 500 ospiti che rappresentano il meglio dell’italianità e dell’americanità. A deliziare gli ospiti sarà uno chef molto popolare negli Usa, Mario Batali. Ma chi questo professionista molto noto Oltreoceano?

Alla cucina più ambita d’America è arrivato grazie alla stessa first lady che il mese scorso lo aveva ‘scoperto’ grazie a una fuga nel suo ristorante ‘Babbo’ nel Greenwich Village mentre i leader mondiali erano riuniti al Palazzo di Vetro. Lo chef che ha ‘sedotto’ Michelle Obama è nato nel 1960 a Seattle. ‘Molto Mario’ come lo chiamano esaltando le sue radici italoamericane, si laurea in lingua spagnola, teatro ed economica all’Università di Rutgers nel 1983. Ma presto capisce che la sua strada è un’altra e passa per la cucina.

Vola a Londra dove si fa le ossa a ‘Le Cordon Bleu’, ma sono i successivi tre anni a Borgo Capanne, in provincia di Bologna, a fare di Batali lo chef che è oggi. Torna negli Stati Uniti e si trasferisce a New York dove si afferma come uno dei personaggi più talentuosi della scena culinaria. Nel 1993 apre il ristorante “Po” e nel 1998 il “Babbo Ristorante e Enoteca” insieme a Joe Bastianich.

Oggi è comproprietario di diversi ristoranti a New York, Las Vegas, Los Angeles e Singapore, scrive libri di cucina e partecipa a talent show culinari. Dal 2010 è uno dei sostenitori della campagna di Michelle Obama “Let’s Move” per promuovere una sana alimentazione e combattere l’obesità. Ma quella di martedì, c’è da scommetterci, è la sfida più importante della sua carriera, che proverà a vincere con un menù a base di agnolotti di patate dolci con burro e salvia, insalata di zucca, braciole di manzo con colatura di rafano e friarielli, dolci mignon con decorazioni autunnali, crostata di mele verdi e gelato. A sceglierlo è stata Michelle, e alcuni degli ingredienti provengono direttamente dal suo orto della Casa Bianca. “Ogni piatto tipicamente italiano conterrà una deliziosa sorpresa” ha spiegato lo chef che ha assicurato alla stampa americana: “cucinerò con le mie Crocs!”.