Blitz quotidiano
powered by aruba

Cibo ospedale, paziente protesta. Manager lo mangiano per 7 giorni poi…

OTTAWA – E’ bastata una settimana per decidere di cambiare tutto. Ed è bastata soprattutto una piccola ma fondamentale azione: il mettersi nei panni dei pazienti. L’ospedale di Ottawa in Canada decide di cambiare radicalmente il menù servito ai pazienti. Ma ad essere importante è il motivo della scelta della struttura: i dirigenti dell’ospedale hanno infatti deciso di cambiare e adeguare il menù dopo che per una settimana, a pranzo e cena, si erano nutriti esclusivamente come i loro pazienti, con il cibo dell’ospedale.

Alla fine, come racconta il sito Metro.co.uk, la conclusione dei manager è stata univoca: questo cibo fa schifo, va cambiato e va fatto subito. Detto fatto: via i piatti datati dentro insalate fresche e sandwich.

Ancora più stupefacente, almeno se paragonato all’Italia, il modo in cui è stato sollevato il problema. Una paziente, dopo un controllo medico, aveva presentato un reclamo formale contro il cibo servito dall’ospedale definito senza mezzi termini “disgustoso”. Da qui la decisione dei manager di provarlo e valutare. Alla fine è arrivato il cambio di menù e tante scuse alla paziente operata nell’istituto:

“Grazie per aver sollevato le sue rimostranze. Il nostro team gestionale ha mangiato per una settimana lo stesso cibo servito nei reparti e concorda con la tua osservazione. Abbiamo bisogno di migliorare presentazione e gusto”.

In un ospedale italiano sarebbe successa la stessa cosa? Ai lettori di BlitzQuotidiano la risposta.