Blitz quotidiano
powered by aruba

Kansas City, sparatoria: un poliziotto ucciso. Un arresto

KANSAS CITY – Polizia ancora nel mirino negli USa. Un agente di polizia è morto a Kansas City dopo le ferite riportate nel corso di una sparatoria. Il poliziotto, insieme ad alcuni colleghi, aveva risposto a una chiamata per colpi di arma da fuoco provenienti da un veicolo.

Quando la polizia è giunta sul posto, gli occupanti dell’auto si sono dati alla fuga. Ne è nato un inseguimento con sparatoria finale. Uno di loro è stato fermato. Un altro ha avuto modo di sparare all’agente ferendolo mortalmente.

La vittima si chiamava Robert Melton, ed era un capitano di polizia: è stato colpito nella sua auto dopo essersi avvicinato a delle persone corrispondenti alla descrizione dei sospetti. E’ stato colpito diverse volte prima di uscire dall’auto, ed è stato portato in ospedale in condizioni critiche.

Il sindaco di Kansas City, Mark Hollande, ha esortato i cittadini a mantenere la calma e a non saltare a conclusioni affrettate. “Siamo consapevoli che questo non sta accadendo in un microcosmo”, ha detto. “Ci sono parecchie fratture e molto dolore nella nostra comunità così come in tutto il Paese in questo momento.”

La sparatoria è avvenuta solo due giorni dopo che un uomo ha ucciso tre agenti di polizia a Baton Rouge, in Louisiana, per vendicare gli afroamericani morti per mano della polizia. Mentre una settimana fa un uomo ha ucciso cinque agenti a Dallas dopo settimane di proteste contro gli abusi della polizia nei confronti delle persone di colore.

Per Kansas City è il secondo agente morto sul campo negli ultimi mesi. Lo scorso maggio era toccata a un un detective, intervenuto per un furto d’auto nei pressi dell’autostrada.