Blitz quotidiano
powered by aruba

Messico, polizia sotto accusa: ha ucciso 22 presunti narcos poi…

CITTA’ DEL MESSICO – In Messico l’agenzia governativa per i diritti umani del governo accusa la polizia federale dell’esecuzione arbitraria di almeno 22 persone nel corso di un confronto con dei sospetti appartenenti a un cartello della droga avvenuta lo scorso anno: gli agenti avrebbero poi risistemato la scena spostando i corpi e posizionando le armi per sostenere la versione ufficiale dello scontro a fuoco.

Venti altre persone sono state uccise durante l’episodio in un ranch nello stato messicano occidentale di Michoacan, mentre un solo poliziotto è morto: uno squilibrio che ha sollevato domande su ciò che è realmente accaduto il 22 maggio 2015. La Commissione nazionale per i diritti umani ha detto oggi che oltre a 22 omicidi ingiustificati ci sono stati anche due casi di tortura e altri quattro decessi causati da eccessivo uso della forza da parte della polizia federale. E ha aggiunto di non poter stabilire in modo soddisfacente le circostanze di altri 15 omicidi.