Cronaca Mondo

Rapporto orale ad una festa, non rispondono ai poliziotti e questi sparano

Rapporto orale ad una festa, non rispondono ai poliziotti e questi sparano

Rapporto orale ad una festa, non rispondono ai poliziotti e questi sparano

SYDNEY – Sorpresi ad avere un rapporto orale durante una festa, non rispondono alla polizia, che così spara loro, e finiscono in ospedale. Ma fanno causa allo Stato. E’ la disavventura capitata a Dale Ewins, 35 anni, e Zita Sukys, 37 anni, australiani.

La notte dell’8 luglio scorso si trovavano all’Inflation Nightclub di Melbourne ad una festa mascherata. Lui travestito da Joker, lei da Harley Quinn (personaggio di Batman), i due si sono appartati al piano di sopra del locale per fare sesso. Quando gli agenti sono arrivati hanno trovato i due giovani impegnati nel loro rapporto. Talmente impegnati da non accorgersi che la polizia aveva intimato loro di alzare le mani e farsi avanti.

I poliziotti hanno così provato ad attrarre la loro attenzione prima con la pistola taser, e poi con un’arma vera. Hanno sparato alcuni proiettili e poi hanno arrestato la coppia.

Al momento non è chiaro che cosa abbia scatenato una reazione così violenta da parte della polizia. Dale sostiene di non aver capito si trattava di agenti di polizia e nega di aver puntato la propria pistola finta contro di loro.

Alla fine, comunque, lui si è ritrovato con l’intestino perforato e la spalla sinistra fratturata, e lei si è dovuta sottoporre ad un’operazione chirurgica alla gamba per un osso fratturato, oltre ad aver avuto varie ferite alla coscia, al ginocchio e al polso.

La coppia alla fine ha deciso di citare in giudizio lo Stato di Victoria e la polizia, accusata non solo di aver sparato senza motivi reali, ma anche di aver fornito ai media nomi e indirizzi personali.

To Top