Cronaca Mondo

Usa 2016. Botta e risposta Donald Trump e Hillary Clinton

Donald Trump

Donald Trump

USA, WASHINGTON – Botta e risposta tra Donald Trump e Hillary Clinton dopo gli ultimi commenti del magnate nei suoi confronti. Il frontrunner repubblicano ha replicato su Twitter dopo l’ennesima gaffe che ha provocato una serie di polemiche quando, durante un comizio in Michigan, ha ricordato la sconfitta di Hillary nelle primarie democratiche del 2008:

“Era la favorita per la vittoria, ma alla fine e’ stata fregata”, ha detto Trump, usando però il termine molto volgare ‘schlonged’, che e’ apparso sia maschilista verso la Clinton che razzista verso Obama (schlong e’ uno slang che indica nei neri un pene di grandi dimensioni).

Trump pero’ ha replicato su Twitter: ‘Schlonged’ non e’ un termine volgare’, si difende. E ancora: “Quando l’ho usato volevo dire ‘brutta sconfitta’”, ha aggiunto citando poi un esempio del 2011, quanto la parola fu usata da un radiocronista per descrivere la sconfitta clamorosa di Walter Mondale alla campagna presidenziale del 1984.

Pronta la replica di Hillary. Intervistata dal Des Moines Register durante una tappa della sua campagna elettorale nell’Iowa, la candidata democratica sostiene che ormai nulla, del magnate, la sorprende. “Condanno fermamente il tono della sua campagna, la retorica odiosa e incendiaria che sta usando per dividere le persone mentre ne perseguita altri”, ha detto Hillary.

“Niente piu’ mi sorprende, non so neanche se ha dei limiti a questo punto. Il suo bigottismo, la sua furia, la sua prepotenza sono ormai diventati la sua campagna. E sembra che debba spingersi sempre oltre per mantenere l’attenzione”, ha aggiunto

To Top