Blitz quotidiano
powered by aruba

Wojtyla santo sarà celebrato ogni 22 ottobre. Il Vaticano: “Possibile dedicargli anche delle chiese”

CITTA’ DEL VATICANO – La data in cui sarà celebrata ogni anno la memoria liturgica del nuovo beato Giovanni Paolo II sarà il 22 ottobre, anniversario dell’inizio del suo pontificato. Lo dispone il decreto emanato dalla Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, pubblicato sull’Osservatore Romano nell’edizione di martedì. La celebrazione del nuovo beato riguarderà la diocesi di Roma e le diocesi della Polonia: non è stato infatti concesso il ”culto universale”, che era stato richiesto dal Vicariato all’inizio della causa di beatificazione.

Il decreto sul culto a papa Giovanni Paolo II pubblicato lunedì mattina dall’Osservatore Romano include la possibilità di “dedicazione di una chiesa a Dio in onore del nuovo Beato”. E non ci sarà bisogno per questo di una specifica autorizzazione vaticana se la diocesi interessata avrà già deciso in precedenza di inserire la memoria liturgica del beato, fissata per il 22 ottobre a Roma e in Polonia, nel proprio calendario liturgico. O se lo avrà fatto anche a suo nome la Conferenza Epicopale competente. “La scelta del Beato Giovanni Paolo II come titolare di una chiesa – si legge nel testo redatto dalla Congregazione – prevede l’indulto della Sede Apostolica eccetto quando la sua celebrazione sia già iscritta nel Calendario particolare: in questo caso non è richiesto l’indulto e al beato, nella chiesa in cui è titolare, è riservato il grado di festa”.


*campi obbligatori