Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Canguro la aggredisce, protesi al seno la salvano

CLARE – “Le mie protesi al seno, probabilmente mi hanno salvato la vita”. Sharon Heinrich, di Clare nell’Australia del Sud, faceva un giro in bicicletta con un’amica, quando improvvisamente è stata aggredita da un canguro di 64 kg, che le ha causato la rottura di una protesi al seno.

Ma ora, Sharon, ringrazia il canguro per averle regalato delle tette più grandi. La donna, un’assistente sociale di 45 anni, ora può dire di averla scampata bella: il canguro si è lanciato verso la sua bicicletta e ha riportato tre costole incrinate, la rottura dell’impianto mammario mentre la sua amica un trauma cranico.

“Le mie protesi mammarie probabilmente mi hanno salvato la vita”, ha detto la Heinrich, dopo aver subito un intervento chirurgico d’urgenza e i medici hanno riferito che era fortunata ad essere viva: le sue protesi hanno funzionato come una sorta di airbag. “Il chirurgo nel nuovo intervento ha impiantato nuove protesi, da 32 cc a 40 cc, ed ora ho il seno più grande. Suppongo dovrei ringraziare il canguro”.

Dopo l’incidente, il 24 maggio scorso, Sharon Heinrich ha ripetutamente mostrato senso dell’umorismo: ha postato una foto insieme a un canguro di peluche che indossa un completo da boxe e scritto che la parte posteriore della pettinatura “la faceva sembrare un po’ canguro”.


PER SAPERNE DI PIU'