Blitz quotidiano
powered by aruba

Canone Rai, Polizia avvisa: Occhio alla truffa a domicilio

ROMA – Canone Rai, Polizia avvisa: Occhio alla truffa a domicilio. Il Canone Rai arriverà in bolletta elettrica e i truffatori sono già al lavoro per trovare metodi per gabbare soprattutto anziani e lucrarci su. L’allarme arriva dalla Polizia di Stato che ha già a novembre aveva allertato sul rischio di possibili bollettini postali falsi messi nella buca delle lettere degli italiani.

A riprendere il nuovo allarme, questa volta, è il quotidiano Il Giornale. Ma è stata la stessa Rai ad avvisare gli utenti della possibile truffa via internet:

in nessun caso saranno richiesti dati per effettuare pagamenti on-line (numero di carta di credito o coordinate bancarie)”. Non ci saranno inoltre incaricati a domicilio: in particolare non ci sono addetti Rai con il compito di riscuotere il pagamento del canone a domicilio o di prendere i dati bancari degli utenti che non li hanno comunicati. Nessun incaricato Rai vi chiederà somme di denaro, semmai rilasceranno un bollettino di conto corrente postale 2105 da utilizzare per il pagamento del nuovo canone. In ogni caso devono essere muniti di tesserino personale di riconoscimento con la foto e l’indicazione della Sede regionale della Rai Radiotelevisione Italiana.

Intanto sempre la Rai ha annunciato l’attivazione del numero verde gratuito 800.93.83.62 istituito da viale Mazzini proprio per dare chiarimenti ai cittadini in merito al canone tv per uso privato. Il servizio sarà attivo dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 21. Il canone tv – ricorda ancora la nota Rai – sarà incluso nella bolletta elettrica a partire dal mese di luglio. L’importo per il 2016 è stato ridotto a 100 euro.

 


TAG: , ,