Media

M5s votazioni. L’hacker Rogue-0 è tornato: “Ho votato decine di volte. E vince Di Maio”

M5s votazioni. L'hacker Rogue-0 è tornato: "Ho votato decine di volte. E vince Di Maio"

M5s votazioni. L’hacker Rogue-0 è tornato: “Ho votato decine di volte. E vince Di Maio”

ROMA – “Le votazioni per il candidato premier del MoVimento 5 Stelle si sono concluse a mezzogiorno. Ieri (il 21 settembre, ndr) è stata registrata un’alta affluenza in contemporanea di tantissimi iscritti fin dalle prime ore di apertura. Questo ha causato una virtuale coda ai seggi e molti non sono riusciti a votare né entro le 19, né entro le 23 di ieri. Motivo per il quale sono state disposte altre 4 ore di voto dalle 8 alle 12 di oggi. In questa mattinata le persone che ieri non sono riuscite, hanno potuto votare. I dati delle votazioni verranno custoditi da due notai e saranno resi pubblici solo domani alle ore 19 dal palco di Italia 5 Stelle a Rimini”. E quanto si leggeva in un post sul blog di Beppe Grillo, pubblicato dopo la chiusura delle votazioni per le primarie M5S.

“Abbiamo notato dei tentativi di attacchi – continuava la nota sul blog del M5s -, simili ai precedenti, che sono stati respinti. La nostra casa era difesa come una fortezza e le nostre telecamere di sicurezza virtuali hanno registrato tutte le tracce lasciate utili per la loro identificazione, che saranno prontamente girate alla polizia postale. Ringraziamo infine tutti i candidati”.

Una certezza che però, a quanto pare, sembra esser infondata. Infatti, Rogue—0, l’hacker che ha fatto impazzire ad agosto la Casaleggio Associati e il M5S, è tornato. Ieri notte, ore dopo la fine delle votazioni, lo ha fatto con un tweet dove annunciava di avere votato decine di volte e chi avrebbe vinto le votazioni per il candidato premier del MoVimento 5 Stelle.

Non sazio, in un secondo tweet, l’hacker ha preso in giro la Casaleggio Associati, citando la frase con cui era stata annunciata la misura della doppia autenticazione sul sito dei 5Stelle.

Pubblicati anche alcuni screenshot delle schermate delle pagine di certificazione delle sue numerose votazioni a favore Di Maio, con tanto di nomi di iscritti hackerati tra cui Antonio Marcheselli, Massimo Ferrari e Davide Gatto. Una e vera propria beffa per Grillo e co.

To Top