Blitz quotidiano
powered by aruba

Lady Gaga maledizione: “Ringrazio David Bowie, Prince…”

Ringrazio David Bowie, Prince, Madonna e Chanel“: questo è quello che si legge nelle ultime pagine del libricino che accompagna il cd di Lady Gaga “The Fame“. Una frase di ringraziamento che non passa inosservata per via della particolare coincidenza con le morti nel mondo della musica in questo 2016. Bowie è morto lo scorso 10 gennaio perdendo la sua battaglia contro un cancro al fegato.

Il cantante di Minneapolis è invece deceduto il 21 aprile 2016 (“Stiamo continuando ad indagare sulle circostanze che hanno causato la morte di Prince – ha detto un rappresentante dell’ufficio dello sceriffo di Carver County). C’è chi si chiede a questo punto se quella dedica di Stefani Joanne Angelina Germanotta non sia una sorte di maledizione. Dopo i due mostri sacri della musica, è il turno della regina del pop?

The Fame è l’album d’esordio di Lady Gaga; ha raggiunto la posizione 2 nella Billboard 200, dove è rimasto per più di 150 settimane. Il disco è stato certificato quattro volte disco di platino dalla RIAA per avere venduto oltre quattro milioni di copie negli Stati Uniti (4 525 000 copie ad agosto 2013). In totale ha venduto oltre 15 milioni di copie in tutto il mondo. Come si legge su Wikipedia:

I primi due singoli estratti da The Fame, Just Dance e Poker Face, sono diventati entrambi due successi internazionali. Just Dance si è piazzato primo nelle classifiche di oltre dieci paesi in tutto il mondo, inclusa l’americana Billboard Hot 100. L’altro singolo, Poker Face, ha avuto un successo ancora più grande, raggiungendo la numero uno in oltre venti paesi. Gli altri singoli estratti sono Eh, Eh (Nothing Else I Can Say), LoveGame e Paparazzi, tutti di grande successo. Solo per promuovere la serie TV Dirty Sexy Money è stata utilizzata la canzone Beautiful, Dirty, Rich . Su ben sei candidature, ha vinto il premio come ‘Miglior album elettro/dance’ ai 52° Grammy Awards. Il 16 febbraio 2010, è stato eletto Miglior album internazionale ai BRIT Awards 2010. Sempre nel 2010 l’album ha ottenuto un World Music Award come miglior album internazionale.


PER SAPERNE DI PIU'