Politica Italia

Elezioni comunali 2017: dove, come e quando si vota

Elezioni comunali 2017: dove, quando e come si vota FAC SIMILE SCHEDA ELETTORALE

Elezioni comunali 2017: dove, quando e come si vota FAC SIMILE SCHEDA ELETTORALE

ROMA – Quando, dove e come si vota per le elezioni comunali? Si vota domenica 11 maggio (dalle 7 alle 23) in 1.012 Comuni (qui l’elenco completo). Si vota per eleggere il sindaco in quattro Comuni capoluogo di Regione che sono: Catanzaro, Genova, L’Aquila e Palermo. Mentre sono 21 i capoluogo di Provincia coinvolti: Alessandria, Asti, Belluno, Como, Cuneo, Frosinone, Gorizia, La Spezia, Lecce, Lodi, Lucca, Monza, Oristano, Padova, Parma, Piacenza, Pistoia, Rieti, Verona, Taranto, Trapani. L’eventuale turno di ballottaggio è fissato dopo due settimane dalla prima votazione, cioè per domenica 25 giugno.

Come si vota.

Gli elettori devono votare presso il proprio Comune di residenza nelle cui liste elettorali sono iscritti e alla sezione elettorale che è indicata sulla facciata della tessera elettorale. Per votare è necessario presentarsi al seggio muniti di tessera elettorale e di documento di riconoscimento.

Gli italiani residenti all’estero possono votare solo rientrando nel Paese. Per questo tipo di votazioni non è infatti previsto il voto per corrispondenza all’estero.

  • Comuni sotto i 15.000 abitanti.

Nei comuni sotto i 15.000 abitanti si vota con una sola scheda per eleggere sia il sindaco sia i consiglieri comunali.  Sulla scheda è stampato il nome del candidato sindaco, con accanto il contrassegno della lista che lo sostiene. Il voto per il primo cittadino e quello per il consiglio sono uniti: votare per un candidato sindaco significa dare automaticamente la preferenza alla lista che lo appoggia.

Alla lista che appoggia il sindaco eletto andranno i 2/3 dei seggi disponibili, mentre i restanti saranno divisi proporzionalmente tra le altre liste.

  • Comuni sopra i 15.000 abitanti.

Anche in questo caso la scheda è unica. Il voto però, in questa circostanza, può essere espresso secondo tre modalità: un segno solo sul simbolo di una lista, assegnando così la propria preferenza alla lista e al candidato che questa appoggia, tracciare un segno su una lista e poi un segno su un candidato sindaco non collegato a quello schieramento oppure un solo segno sul nome del candidato, in modo da votare solo per questo e non per la lista (o le liste) a lui collegata.

Viene eletto Sindaco, il candidato che ottiene il maggior numero di voti. In caso di parità di voti tra due candidati si tornerà a votare (ballottaggio) per questi ultimi la seconda domenica successiva. Anche in questo caso risulterà eletto chi dei due avrà ottenuto più voti. In caso di ulteriore parità viene dichiarato eletto il più anziano. Una volta eletto il Sindaco viene anche definito il Consiglio: alla lista che appoggia il Sindaco eletto andranno i 2/3 dei seggi disponibili, mentre i restanti seggi saranno distribuiti proporzionalmente tra le altre liste.

Qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare la seconda domenica successiva per scegliere tra i due candidati che al primo turno hanno ottenuto il maggior numero di voti (ballottaggio). In caso di parità di voti al primo turno, verrà ammesso al ballottaggio il candidato alla lista più votata (maggiore cifra elettorale) e, in caso di ulteriore parità, verrà ammesso il più anziano di età (gli stessi criteri saranno usati in caso di parità nel ballottaggio). Al secondo turno viene eletto Sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti.

La preferenza di genere.

In ogni caso, per tutti i Comuni con più di 5mila abitanti, si possono esprimere due preferenze – e non una – per i candidati al consiglio comunale, basta che si tratti di candidati di sesso diverso e appartenenti alla stessa lista. Questa opzione è chiamata con il nome di “doppia preferenza di genere”.

Ecco il fac simile della scheda elettorale (L’Aquila):

fac-simile-scheda-elettorale-amministrative-comunali-11-giugno-2017 fac-simile-scheda-elettorale-amministrative-comunali-11-giugno-2017-2

To Top