Politica Italia

Soragna (Pr): la giunta comunale vota la messa al bando dell’ideologia comunista

Soragna (Pr): la giunta comunale vota la messa al bando dell'ideologia comunista

Soragna (Pr): la giunta comunale vota la messa al bando dell’ideologia comunista

ROMA – Soragna (Pr): la giunta comunale vota la messa al bando dell’ideologia comunista. Presa in prestito pari pari dalla recente legge Fiano contro la propaganda di stampo fascista, la giunta comunale di Soragna (Parma) ha votato la messa al bando dell’ideologia comunista. Il voto ha il carattere di una provocazione, stante la solare incostituzionalità e la risibile possibilità di essere applicato, ma intanto impegna un ambito istituzionale come la giunta.

“Mozione per la messa al bando dell’ideologia comunista”, questa l’intestazione della mozione votata su proposta dalla consigliera Maria Pia Piroli del gruppo Soragna ci Lega. Sei i voti favorevoli, tra cui il sindaco Salvatore Iaconi Farina, quattro contrari e due astenuti, su un testo che impegna il Comune ad “avanzare al Governo la richiesta di perseguire penalmente con pene severe chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito Comunista”.

Per motivare la richiesta si ricorda che il Comune di Soragna ha “più volte espresso il proprio apprezzamento a iniziative per la pace, la democrazia e la condanna di tutti gli estremismi” e che il partito Comunista ha “cagionato la morte di oltre cento milioni di persone sotto il simbolo falce e martello”. Non mancano riferimenti all’attualità: “Ancora oggi il Partito comunista in molti paesi del mondo è sinonimo di feroci dittature o deboli democrazie, tra le più note: Corea del Nord e Venezuela” e viene ricordato che anche nel “nostro Paese tutti i gruppi antagonisti si rifanno a tale ideologia, ai suoi simboli e leader”. (Repubblica.it)

To Top