Blitz quotidiano
powered by aruba

Vittorio Sgarbi: “Rosy Bindi esponente della mafia”

MILANO – Vittorio Sgarbi intervistato a La Zanzara su Radio 24 attacca Rosy Bindi, presidente della Commissione antimafia, definendola una “esponente organizzata della mafia“. L’attacco nei confronti della Bindi da parte di Sgarbi arriva dopo che donna ha condannato la partecipazione di Salvatore Riina, figlio del boss Totò, alla trasmissione Porta a Porta di Bruno Vespa in onda sulla Rai.

Ai microfoni di Giuseppe Cruciani, Vittorio Sgarbi attacca la Bindi sia per la vicenda relativa alla presenza del figlio di Riina in televisione, che è stata criticata non solo dalla Bindi ma anche da Maria Falcone, figlia di Giovanni Falcone, da altri politici, sia per la vicenda relativa a Vincenzo De Luca, ex sindaco di Salerno che la Bindi definì impresentabile in politica secondo la Commissione antimafia:

“La Bindi è un’esponente organizzata della mafia. La accosto alla mafia perché l’atteggiamento mafioso è proprio questo, abusare del proprio potere per avere un vantaggio. Una cheha fatto la cosa immonda di usare il suo potere contro l’ex sindaco di Salerno ora governatore della Campania Vincenzo De Luca poi scagionato, non è un deputato, è un mafioso. Il figlio di Caino non ha le colpe di Caino, mentre la Bindiè dello stesso partito di Ciancimino, la Dc”.

Immagine 1 di 8
  • Vittorio Sgarbi: "Rosy Bindi esponente della mafia"
Immagine 1 di 8