Blitz quotidiano
powered by aruba

Bellezza “alcolica”: gin per la pelle, scrub alla tequila…

ROMA – Ci sono sempre molti motivi per cui si potrebbe avere voglia di un gin tonic ma uno di questi potrebbe essere proprio per ottenere una pelle senza rughe e luminosa. L’esperta Hellen McGinn consiglia una serie di trattamenti di bellezza a base di alcool: dalla maschera al vino allo shampoo alla birra, ci sono tanti modi per migliorare l’aspetto dell’epidermide.

GIN Il nuovo Anti-AGIN (costo 40 euro circa) è un distillato con 90 grammi di collegene puro – una proteina che rende più turgida ed elastica la pelle – e un mix di erbe anti-invecchiamento (coriandolo, ginepro, cardamomo) utile a riparare i danni provocati dai raggi solari, prevenire la formazione di cicatrici e ridurre la cellulite a buccia d’arancia.

VODKA La vodka può rivelarsi un ottimo pediluvio. L’alcol infatti, è in grado di uccidere i batteri e eliminare il cattivo odore dei piedi. Inoltre, spiega la McGinn, immergendoli in una miscela di acqua calda e vodka si ammorbidisce la pelle dura. Secondo l’esperta, dopo il trattamento, la sensazione è quella di avere le estremità inferiori super soft.

TEQUILA Di solito gli scrub contengono tre ingredienti fondamentali: un esfoliante (zucchero o sale), olio idratante e un acido per eliminare le cellule morte della pelle. Il Tequila scrub può essere fatto in casa con olio d’oliva, mezza tazza di sale marino grosso, tequila e succo di lime. Si mescolano gli ingredienti, si spalma il mix sul corpo con un leggero massaggio -ancora meglio se con un guanto esfoliante – e dopo si passa alla doccia: pelle morbida e profumata.

BIRRA La birra nei trattamenti di bellezza fai da te, viene spesso proposta come balsamo. Malto e luppo contengono molte proteine che contribuiscono a rafforzare i capelli. Poi ci sono gli zuccheri naturali e le vitamine del gruppo B che aggiungono brillantezza alla chioma. Si mescolano acqua e birra, circa metà tazza per entrambe, si passa sui capelli dopo lo shampoo e si lascia agire prima di risciacquare con acqua tiepida. Il risultato? “Capelli lisci e morbidi – afferma la McGinn – ma quando l’ho fatto la prima volta sembrava fossi uscita da una fabbrica di birra!”.

VINO ROSSO I benefici del vino rosso, grazie agli antiossidanti, sono ormai noti compresi quelli per il cuore. Ma gli antiossidanti sono preziosi anche per la pelle poiché limitano la presenza dei radicali liberi. Ecco come trasformare la bevanda in una maschera per viso e collo: mescolare un uovo con tre cucchiai di vino rosso e un cucchiaino di miele, passare sulle parti interessate e lasciare in posa 10 minuti circa prima di risciacquare. Il problema della maschera, secondo la McGinn, è che la consistenza abbastanza liquida costringe a rimanere sdraiati ma dopo averla tolta con l’acqua il viso era “più morbido e luminoso”.