Sport

Calcio, rassegna stampa 12 ottobre: maxi offerta Juve per Milinkovic-Savic

prima-pagina-corriere-dello-sport-12-ottobre

La prima pagina del Corriere dello Sport

ROMA – Tutte le principali news sul calcio sui giornali italiani di oggi, giovedì 12 ottobre.

Per rinforzare la propria la rosa, la Juventus pensa in grande e Tuttosport apre con Sergej Milinkovic-Savic per il quale i bianconeri sarebbero disposti a sborsare fino a 80 milioni. Il centrocampista serbo con cittadinanza spagnola gioca nella Lazio, ma dalla prossima estate potrebbe lasciare la corte di Simone Inzaghi e trasferirsi a Torino. Lotito ha già fissato il prezzo e il fratello conferma l’intenzione di Sergej di vestire la maglia juventina.

Spazio all’Inter, impegnato nel derby con i rivali del Milan, sulla prima pagina di Corriere dello Sport. Il quotidiano titola “A tutta Inter”, descrivendo l’ascesa dei nerazzurri ad oggi terzi in campionato. Molti giocatori sono rientrati in questi giorni dalle qualificazioni a Russia 2018 e per battere il Milan servirà anche tanta lucidità. Sempre domenica si gioca anche Roma – Napoli, un match interessante per entrambe le squadre ma che in caso di sconfitta degli azzurri porterebbe l’Inter in vetta alla classifica. Intanto l’ex presidente Massimo Moratti elogia il lavoro del tecnico, Luciano Spalletti. “Sarà decisivo con il Milan”.

Sempre dello scontro Inter-Milan si occupa la Gazzetta dello Sport, che però da spazio ai rossoneri con un’intervista doppia agli ex Mauro Tassotti e Shevchenko. “Sono cambiate tante cose nei due club, ci vuole tempo per tornare a certi livelli. Comunque i nuovi dirigenti del Milan stanno facendo un buon lavoro, hanno riportato entusiasmo con un mercato spumeggiante e non è poco”, dice l’ex vice-allenatore rossonero. Sheva dichiara che sia l’Inter che il Milan si stanno impegnano per rendere felici i tifosi. Oggi i due lavorano insieme: l’ex Pallone d’Oro è ct dell’Ucraina, Tassotti (come da tradizione) suo vice.

Domenica prossima la sfida fra Roma e Napoli sarà interessante sotto tanti aspetti: la conferma del Napoli in testa alla classifica; l’avanzata dei giallorossi; la bontà del lavoro dei due allenatori. La Gazzetta dello Sport, con un richiamo a sinistra della prima pagina titola: ”Di Francesco-Sarri. Un duello e due vie per andare lontano”. Sia Di Francesco che Sarri stanno convincendo entrambe le tifoserie, anche se il romanista ha impiegato più tempo dopo l’addio di Spalletti. L’allenatore del Napoli si tiene stretto i suoi giocatori e il presidente aveva detto che con il club può restare anche dieci anni. Sempre De Laurentiis è attivo per strappare ai viola il centrocampista Federico Chiesa.

La Lazio alza il muro. Così il quotidiano romano Il Messaggero apre la sua pagina sportiva, raccontando gli avvenimenti a Formello in vista del match contro la Juventus. La difesa è il reparto su cui i biancocelesti stanno puntando di più, visto che i bianconeri rappresentano il secondo miglior attacco del campionato, a quota 20 gol. “Ma il tecnico della Lazio sorride perché -spiega l’articolo – ha recuperato Bastos. La linea a tre ora ha un peso specifico maggiore con de Vrij e Radu.

Leo Messi è protagonista al centro della prima pagina della Gazzetta dello Sport, che dopo la tripletta contro l’Ecuador porta l’Argentina ai Mondiali. “Non meritavamo quello che è successo al Mondiale e nella coppa America. Dopo esser passati da questo, la squadra migliorerà molto”, ha detto Messi. Si salva dagli spareggi anche Cristiano Ronaldo, che con il suo Portogallo ha battuto la Svizzera. Due Palloni d’Oro che si salvano all’ultimo.

Ha fatto discutere la decisione di un arbitro olandese di far ripetere un calcio di rigore dopo 21 giorni dalla partita giocata. Ne parla Gazzetta.it, dove in un incontro dilettantistico fra Fc Lisse e Hoek in Coppa d’Olanda il direttore di gara ha fatto battere i tiri dal dischetto secondo la modalità sperimentale ABBA, che non prevede più l’alternanza automatica dal dischetto delle squadre. La Federcalcio olandese non ha gradito, Fc Lisse (vincente) ha fatto ricorso ed è nato un conflitto. Il giudice ha deciso che dovevano essere ripetuti solo i calci di rigore che hanno visto trionfare i rivali dell’Hoek. CLICCA QUI PER LA RASSEGNA DEL GIORNO PRECEDENTE.

To Top