Blitz quotidiano
powered by aruba

Ferrero: “Cassano non è intelligente”. Carolina Marcialis risponde così

ROMA – Intervistato da una radio romana, il presidente blucerchiato Massimo Ferrero si è sfogato contro Antonio Cassano: “Non è una persona intelligente. Evidentemente ha deciso di fare la vittima sacrificale. Avrà detto: ‘Io sono Cassano, un grande calciatore, ho dato tanto al calcio, se mi metto qui in campo e mi alleno da solo qualcuno parla di me. Se invece poi gioco non ne parlano più?. Si è comportato molto male, adesso è bene che stia lì e rifletta”.

Nessuna intenzione di reintegralo in rosa: “Fuori rosa? L’amore si posa”, scherza Ferrero, prima di rifarsi di nuovo serio: “Io ero disposto a pagargli tutto lo stipendio, se fosse andato all’Entella. Poteva chiudere la carriera bene, magari portandoli in Serie A, ma niente. Ci ho parlato due volte, poi basta. Quando Antonio ha litigato con l’avvocato Romei sono stato io a dirgli: ‘Buttiamo la lettera di licenziamento’ e lui mi ha dato la sua parola d’onore che sarebbe andato via. E invece no. Peggio per lui, passerà un anno con il piumone e i calzettoni, si allenerà con quelli”. In serata la doppia risposta, via Twitter, di lady Cassano Carolina Marcialis con due tweet. Il primo in risposta all’accusa di vittima sacrificale (“Vittima? Mai… sempre carnefice”) e il secondo riferito alla lettera di licenziamento: “La famosa lettera è magicamente a casa… intera!”.