Sport

Leicester, Jamie Vardy: “Minacce di morte dopo esonero di Ranieri”

Jamie Vardy (foto Ansa)

Jamie Vardy (foto Ansa)

LEICESTER – Jamie Vardy, dopo l’esonero di Claudio Ranieri, sta passando un brutto periodo a Leicester. Dalla stampa inglese Vardy è stato indicato come uno degli “ammutinati” dello spogliatoio che hanno “accompagnato all’uscita” il tecnico romano. Sono stato minacciato di morte – confessa l’attaccante del Leicester – sui social e mentre camminavo per strada”.

Vardy racconta anche che le minacce si sono estese alla sua famiglia. E più di una volta, così sostiene il calciatore, qualcuno ha cercato di buttare fuori strada la moglie Rebekah . “La storia ormai si è diffusa, e la gente la sente e la cavalca. E così si arriva alle minacce di morte a te e alla tua famiglia, ai tuo figli”.

“Cerco di andare avanti – dice ancora Vardy – ma quando ci sono delle persone che cercano di speronare tua moglie in macchina con i tuoi figli non è facile. È successo tante volte ormai. È terrificante”.
To Top