Blitz quotidiano
powered by aruba

Milan – Genoa, streaming-diretta tv: dove vedere Serie A

MILANO – Milan – Genoa, streaming-diretta tv: dove vedere Serie A. La partita verrà trasmessa in diretta tv su Sky Sport e Mediaset Premium alle ore 12.30 ed in diretta streaming su pc, cellulari smartphone e tablet grazie alle applicazioni Sky Go e PremiumPlay.

Milan – Genoa. Formazioni ufficiali.

Milan: Donnarumma, De Sciglio, Alex, Romagnoli, Antonelli, Honda, Montolivo, Bertolacci, Bonaventura, Niang, Bacca.

Genoa: Perin, De Maio, Burdisso, Izzo, Fiamozzi, Dzemaili, Rigoni, Gabriel Silva, Suso, Matavz, Laxalt.

A 7 punti dal terzo posto, Sinisa Mihajlovic è sicuro che il suo Milan potrà scavalcare Inter, Fiorentina, Roma e tornare così in Champions League. “Penso che noi non possiamo fare un filotto di 7-8 vittorie come Napoli e Juve, ma a lungo andare supereremo chi ci sta davanti. Non le prime due, ma le altre sì. Ora è dura vincere contro di noi”, ha avvisato il serbo, tonico come di rado si era visto a Milanello, alla vigilia dell’anticipo dell’ora di pranzo con il Genoa.

“Il Milan ha tutto di più rispetto a queste tre squadre – ha aggiunto – Sta meglio fisicamente, gioca meglio, ha più testa, gioca con più intensità, è più squadra. Chi temo di più? Soprattutto noi stessi, ma la Roma ha qualcosa in più”. Il serbo in versione motivatore non dovrebbe dispiacere a Silvio Berlusconi che all’ultimo ha annullato la sua prima visita del 2016 a Milanello, a una settimana dalle celebrazioni dei 30 anni dall’acquisto del club.

“Un traguardo incredibile, non c’è un presidente così a lungo alla guida di un club e così vincente – è l’omaggio dell’allenatore, che il 20 febbraio a sua volta compirà 47 anni -. Il nostro obiettivo è regalare al presidente un trofeo e portare il Milan in alto dove merita”. L’unico ostacolo verso la coppa Italia dovrebbe essere la Juventus in una finale ormai ipotecata da entrambe. In una partita secca tutto può succedere, e il Milan di quest’anno ha il rendimento peggiore contro le medio-piccole.

“Nelle 7 partite con Genoa, Atalanta, Bologna, Verona, Empoli, Carpi e Udinese, 4 in casa e 3 fuori, siamo riusciti a raccogliere solo 5 punti su 21 – è l’analisi di Mihajlovic -. Se ne avessimo raccolti 11 saremmo terzi. Questo deve essere il girone delle rivincite, non dobbiamo farlo diventare il girone dei rimpianti. Dobbiamo migliorare la classifica con partite come queste con il Genoa”.

In settimana lo staff tecnico ha analizzato dati tecnici e atletici con l’amministratore delegato Adriano Galliani, che poi ha lasciato all’allenatore la spiegazione pubblica di questi cali. “Non possiamo sempre pensare alla sfortuna, se non si vincono certe partite è colpa nostra, dobbiamo avere più rabbia e cattiveria sotto porta” ha chiarito Mihajlovic che ha recuperato Bonaventura e Niang, probabilmente confermato titolare al fianco di Bacca con un solo allenamento in una settimana nelle gambe. Si profila quindi una nuova bocciatura, quindi, per Balotelli, a cui l’allenatore ha ricordato che “si può essere determinanti anche a gara in corso per dieci minuti”. Per un problema alla caviglia mancherà invece Abate, che però ha messo in guardia da un altra avversità: “Si giocherà a un orario strano, nelle gare alle 12.30 abbiamo sempre avuto difficoltà”.

Immagine 1 di 13
  • Foto AnsaFoto Ansa
  • Foto Ansa
  • Foto Ansa
  • Mario Balotelli nella foto Ansa
  • Mario Balotelli nella foto Ansa
  • Mario Balotelli nella foto Ansa
  • Mario Balotelli nella foto Ansa
  • Foto Ansa
  • Milan, Mihajlovic nella foto Ansa
  • Milan, Mihajlovic nella foto Ansa
  • Serie A. Bacca nella foto Ansa
Immagine 1 di 13

TAG: ,