Milan

Alessio Cerci lascia Facebook e Twitter. E anche il Genoa…

Alessio Cerci lascia Facebook e Twitter. E anche il Genoa...

Alessio Cerci lascia Facebook e Twitter. E anche il Genoa…

MILANO – Alessio Cerci è diventato in queste ore uno degli zimbelli di internet: il calciatore del Milan (che potrebbe essere ceduto a breve) ha infatti abbandonato i social network dopo una serie di discussioni con alcuni utenti di Facebook e Twitter.

La pagina Facebook “Calciatori brutti” ha riportato la foto di una discussione tra Cerci e un utente di Facebook (avvenuta però prima dell’ultima giornata di campionato). Tal Daniele scrive all’ala di origine romana “Te ne vai finalmente?”. La risposta non si fa attendere: “Togli il mi piace a questa pagina”. E la contro risposta: “Non l’ho mai messo vai tranquillo!”.

La pagina Facebook “Calciatori brutti” (che è uno dei siti satirici di calcio più seguiti nel mondo social) ha postato questo commento accanto alla foto della web-diatriba: Dopo aver mostrato al mondo intero le sue doti tecniche contro il Bologna Alessione Cerci si disimpegna anche sui social mostrando un alto tasso di cultura. GIOCATORE COMPLETO
Ma ci facci il piacere.

Facebook è stato preso nuovamente di mira anche dopo la Befana, dopo la sua ultima (forse ultima in assoluto) apparizione in campionato con la maglia del Milan. Nella brutta sconfitta interna dei rossoneri contro il Bologna, ha spiccato un errore proprio di Cerci, che, lanciato a tu per tu col portiere rossoblù Mirante, non è riuscito a superarlo, esibendosi in un goffo tentativo di dribbling.

Scrive Tuttosport: Il pubblico del Meazza ha individuato in Montolivo, Honda (per via delle dichiarazioni contro la società) e proprio in Cerci i capri espiatori di questa ennesima stagione negativa per i colori rossoneri. Cerci, addirittura, è stato costretto a chiudere il suo account di Facebook per i troppi insulti ricevuti nella giornata di ieri.

Intanto Goal.com parla delle difficoltà di far arrivare Cerci al Genoa:

I rossoblù hanno la necessità di rimpiazzare Diego Perotti, a sua volta – in uno dei classici incastroni di mercato – già impacchettato verso la Roma. Peccato che il giocatore non sia molto convinto della destinazione e sia tuttora da convincere.

Ma non finisce qui: secondo quanto scrive il ‘Corriere della Sera’, infatti, il fondo che ne condivide con l’Atletico Madrid la proprietà è contrario al prestito: quindi al momento la situazione è in totale stallo.

To Top