Napoli

Bologna-Napoli, Milik torna in panchina dopo infortunio?

Bologna-Napoli, Milik torna in panchina dopo infortunio?

NAPOLI – Domani Maurizio Sarri diramerà le convocazioni per la trasferta di Bologna e potrebbe essere la volta buona per Arkadiusz Milik.

Si tratterebbe di un ritorno in squadra definitivo per il polacco, dopo l’intervento di ricostruzione del legamento crociato del ginocchio sinistro effettuato a settembre. L’attaccante sarebbe in ogni caso destinato alla panchina, con possibilità praticamente nulle di scendere in campo, vista la precaria condizione atletica che lo sorregge.

Ma si tratterebbe di una prima presa di contatto con il terreno di gioco, in vista di un reintegro a tutto tondo che potrebbe avvenire nell’arco di un paio di settimane. Difficilmente, invece, a Bologna sarà presente Tonelli che oggi ha svolto solo lavoro differenziato ed in palestra.

Nel primo pomeriggio di domani l’ultimo allenamento a Castel Volturno prima della partenza per l’Emilia Romagna. Non è prevista la consueta conferenza stampa di Sarri prima delle gare. Se ne riparlerà dopo il match del Dall’Ara.

Oggi gli azzurri hanno ricevuto la visita dei comici Lillo&Greg che si sono trattenuti con i calciatori e con Sarri ed a fine allenamento hanno messo un po’ di buonumore nel gruppo con le loro battute.

Neanche il tempo di acclimatarsi a Napoli ed il nuovo acquisto Alessio Zerbin, che è stato aggregato alla squadra Primavera, è già in partenza. Il ragazzo è stato convocato con la Nazionale Under 18 per l’amichevole Francia-Italia che si disputerà a Clairefontaine l’8 febbraio. Ai microfoni di Radio Marte è intanto intervenuto Omar El Kaddouri che ha commentato il suo trasferimento all’Empoli.

“La stima dell’Empoli nei miei confronti – ha detto – è molto positiva. Ho capito che mi volevano fortemente e ho scelto questa nuova avventura. Non ho rimpianti per la mia avventura al Napoli, sono stato in azzurro due anni e mezzo. Ho avuto un feeling speciale con la città, ma quando non si gioca, bisogna fare delle scelte”.

“Vorrei mandare un saluto speciale – ha aggiunto El Kaddouri – ai miei ex compagni e ai tifosi che mi hanno sempre sostenuto.

Lo scudetto? Ci abbiamo creduto l’anno scorso prima della sfida con la Juve. Se non avessimo perso allo Stadium, sarebbe potuto essere l’anno giusto per vincerlo. In questo campionato la Juve è più avanti.

Il Trabzonspor? Era un semplice pre-contratto, io non volevo firmarlo, loro hanno insistito, ma il club turco non ha trovato l’accordo col Napoli e io ho preferito l’Empoli per giocare in Italia anche se in Turchia offrivano tanti soldi”.

Buone notizie, infine, per il tesoriere della società. Per la partecipazione dei suoi giocatori agli Europei (Insigne, Hamsik, Mertens, Strinic e Hysaj) il Napoli ha ricevuto dall’Uefa un contributo di circa un milione e mezzo di euro.

To Top