Roma

Video, Spalletti attacca giornalisti: “Sfigati che mi fanno la psicoanalisi”

Luciano Spalletti attacca giornalisti: Sfigati che mi fanno la psicoanalisi"

Luciano Spalletti attacca giornalisti: Sfigati che mi fanno la psicoanalisi” (ANSA)

ROMA – Stimola la squadra, attacca la stampa. Luciano Spalletti segue il copione delle ultime settimane e, alla vigilia dell’impegno col Sassuolo, continua a prendersela con i media capitolini che invece di parlare di calcio sono più interessati “a cercare di capire che luna ho io”.

“A volte invece che articoli sportivi mi sembra di leggere oroscopi” sottolinea il tecnico della Roma, prima di puntualizzare: “Io non sono sfigato perché ho raggiunto un livello nella vita e nella professione che è quello lì, la sfortuna non può togliermi niente. Siete voi gli sfigati che tutti i giorni mi fate la psicoanalisi”.

“Io sono fortunatissimo, e fino all’ultimo giorno lavorerò nel tentativo di lasciare una Roma forte. Questa la mia imposizione, la mia ricerca – sottolinea a Trigoria -. I miei risultati ormai sono quelli, che vi piaccia o no. Posso perdere altre due partite e andare a casa, ma resto lo Spalletti che ha allenato per 20 anni in Serie A. E state tranquilli che se voglio alleno anche il prossimo anno, e quello successivo”.

Per sapere se ancora nella Capitale o altrove bisognerà attendere. In agenda in questi giorni c’è un faccia a faccia col presidente Pallotta che potrebbe chiarire il destino del tecnico, ma intanto c’è da voltare pagina dopo l’addio all’Europa League. “Ho visto grandissima disponibilità a rimettere a posto le cose” assicura l’allenatore, ammettendo però che risultati come quello col Lione “ti lasciano senza fiato”.

“Il giorno successivo ti alzi e hai la sensazione di aver perso tutto perché è una eliminazione che dà fastidio e brucia – confessa Spalletti -. Bisogna però analizzare in maniera corretta la situazione e ti rendi conto che le possibilità della tua squadra sono importanti e belle. E’ vero che ti manca una competizione di grande spessore e livello ma la squadra ha fatto la partita che volevo, ha fatto bene. E spero giocherà ancora così perché vorrebbe dire portare a casa ancora tante vittorie e probabilmente tornare un’altra volta in Europa. Quindi noi domani sera col Sassuolo tenteremo di essere ancora quelli lì anche se non sarà facile”.

Ancor meno sarà recuperare la Juventus capolista. Prima di alzare bandiera bianca, però, Spalletti chiede alla Roma un ultimo sforzo. “Se la squadra nelle prossime 4-5 partite fa vedere di essere quella che è stata le può vincere anche tutte. E io gliel’ho detto ai miei giocatori che le voglio vincere tutte perché dopo gli scenari posso cambiare”. Per il tecnico insomma le residue chance scudetto passano per gli impegni con Sassuolo, Empoli, Bologna, Atalanta e Pescara.

“Manca poi lo strappo finale, però è la volata che conta e 4-5 metri li puoi recuperare – conclude – ma se non ci sei nel gruppetto in cima è più difficile. Per questo alla squadra, in un discorso di possibile scenario e per spingerla a metterci qualcosa in più, è stato detto che queste 4-5 partite possono determinare la volata”.
(Video condiviso da Forzaroma.info).

To Top