Blitz quotidiano
powered by aruba

Mauro Marin: “Ho perso due dita e la colpa è di Renzi”

"Per come la vedo io a togliermi le dita è stato Matteo Renzi e il governo, perché se non avessi tutte queste tasse da pagare farei il mio lavoro in modo diverso. Non è normale in italia che ti salvi grazie a un reality..."

ROMA – A Domenica Live, la trasmissione di Barbara D’Urso, Mauro Marin, il vincitore del Grande Fratello 10, interviene in collegamento dall’ospedale, a pochi giorni dal terribile infortunio in cui ha perso due dita della mano sinistra. E se la prende con il governo: “Voglio ringraziare i miei medici, che sono i veri eroi. A tagliarmi la mano è stato Renzi, con le sue tasse che mi perseguitano e che mi impediscono di lavorare serenamente”.

Marin, ancora visibilmente sconvolto, preferisce non parlare della dinamica dell’incidente. Ci pensa la D’Urso che, malgrado dica più volte “non voglio scendere in dettagli”, racconta i giorni drammatici del gieffino. L’infortunio è avvenuto a casa, mentre Marin stava tagliando la legna. La lama della sega circolare ha amputato le falangette del medio e dell’anulare: immediata la corsa all’ospedale e il tentativo di riattaccare le parti perdute. Tutto è però stato inutile.

Marin poi si sfoga contro l’Italia e il governo: “Voglio farmi portavoce di tutte quelle persone che hanno problemi di salute e sono invisibili, non vengono a parlarne in tv, di questi medici che lavorano tutto il giorno in ospedale e che hanno decine di pazienti, spesso con pochi mezzi. Per come la vedo io a togliermi le dita è stato Matteo Renzi e il governo, perché se non avessi tutte queste tasse da pagare farei il mio lavoro in modo diverso. Non è normale in italia che ti salvi grazie a un reality. Renzi si crede un supereroe e intanto protegge le banche mi hanno rubato i soldi. Questi [i medici] sono i veri eroi”.

Immagine 1 di 3
  • Mauro Marin e lo sfogo a Domenica LiveMauro Marin e lo sfogo a Domenica Live
Immagine 1 di 3