Blitz quotidiano
powered by aruba

Sanremo, Carlo Conti: “Il mio grande errore è stato…”

"Tutti dicono che sono una macchina, ma anche la macchina a volte s' inceppa. Mi sono accorto che sabato sera ho detto: Adesso scopriamo la classifica dal primo al tredicesimo, invece era dal sedicesimo al quarto".

ROMA – Carlo Conti, il vero trionfatore di Sanremo, intervistato dal Giorno, non svela quale sia la sua canzone preferita anche se ammette che gli Stadio gli siano piaciuti così “come Rocco Hunt per la potenza, Clementino per l’ energia e la delicatezza allo stesso tempo, quella di Dolcenera e anche quella di Noemi che ha un testo bellissimo…”.

Poi Carlo Conti rivela molti retroscena, dice che quest’anno ci sono stati molti intoppi:”È stato un percorso a ostacoli, a cominciare dal tragico episodio in cui è rimasto coinvolto Garko. Anche sabato sera in diretta si è bloccato il ledwall, ma siamo riusciti lo stesso a portare avanti lo spettacolo”. Il conduttore ammette anche un errore: “Tutti dicono che sono una macchina, ma anche la macchina a volte s’ inceppa. Mi sono accorto che sabato sera ho detto: Adesso scopriamo la classifica dal primo al tredicesimo, invece era dal sedicesimo al quarto”. A sorprenderlo di più è stato il momento con Ezio Bosso: “L’ ho vissuto così intensamente che non mi sembrava neanche di essere in tv”.

Immagine 1 di 8
  • sanremo_terza_serata_carlo_conti_culo_ghenea_ansa
  • Conti e Madalina Ghenea (foto Ansa)
Immagine 1 di 8