Agrigento: cani torturati e impiccati scoperti in un pozzo

Pubblicato il 24 Marzo 2010 12:10 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2010 12:10

In un pozzo delle campagne di Sambuca di Sicilia, nell’Agrigentino, sono stati trovati corpi di cani impiccati. Lo ha reso noto  l’Ente nazionale protezione animali di Catania rilevando che «i cani avevano evidenti segni di torture subite» che «la gente del posto sembra non avere dubbi sugli autori: sarebbe opera di bulli».

«Sulle pareti dello stesso pozzo – ha precisato Cataldo Paradiso, consigliere nazionale di Enpa e presidente della Sezione catanese della Protezione animali – sono stati trovati altri cappi evidentemente serviti allo stesso scopo in altre occasioni; più in basso, tra pneumatici e altri rifiuti, vi era anche la carcassa di un cavallo».

«Siamo pronti a costituirci parte civile», ha annunciato la presidente nazionale di Enpa, Carla Rocchi. «Facciamo quotidianamente ogni sforzo sul piano educativo e su quello della sensibilizzazione – ha aggiunto – ma al nostro intervento culturale, in casi come questi, vanno affiancati gli strumenti della prevenzione e della repressione dei reati. Torturare esseri viventi indifesi è vergognoso: non si dimostra coraggio in questo modo; si evidenzia invece una debolezza umana capace solo di avere ragione su esseri incolpevoli».