Auto, il freno automatico esiste: ma poche aziende lo usano

Pubblicato il 2 Luglio 2012 13:07 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2012 13:07

ROMA – Il freno automatico esiste: si chiama Aeb, Autonomous emergency braking. Consiste in un radar o una telecamera collegata con i freni attraverso dei sensori. Se il guidatore non fa nulla in caso di impatto imminente l’Aeb entra in funzione e fa frenare l’auto.

Questo dispositivo, scrive il Corriere della Sera riportando le cifre dell’Euro Ncap (l’ente europeo che testa i nuovi modelli di auto), potrebbe evitare il 27% degli incidenti stradali e salvare 8.000 delle 30.000 vite che ogni anno si perdono sulla strade europee. Ma al momento questo dispositivo non è disponibile sul 79% delle auto.

Ma dal 2014 proprio l’Euro Ncap inserirà il freno automatico nel sistema di valutazione dei crash test. E chi non ce l’avrà non potrà ottenere le 5 stelle, cioè il punteggio massimo.

Al momento il freno automatico è presente soprattutto nelle auto di lusso o come optional in alcune city car come la nuova Volkswagen Up! o la Fiat Panda. Tra le auto di medie dimensioni che hanno l’Aeb ci sono la Ford Focus, la Honda Civic e la Mazda CX-5.

5 x 1000