Bergamo: separate gemelle siamesi all’ospedale Giovanni XXIII

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 febbraio 2018 12:37 | Ultimo aggiornamento: 7 febbraio 2018 12:37
Condividevano fegato e intestino: separate gemelle siamesi a Bergamo

Bergamo: separate gemelle siamesi all’ospedale Giovanni XXIII

ROMA – Le gemelline siamesi nate il 23 agosto scorso sono state separate con un intervento al Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Ne dà notizia l’Eco di Bergamo. L’intervento, avvenuto una settimana fa, è il primo del genere  eseguito in Lombardia e tra i pochissimi in Italia. Alla nascita le bambine erano unite nella parte del corpo in cui corrono i dotti biliari e condividevano una piccola parte del fegato e dell’intestino.

Il lungo intervento ha visto impegnate tre équipe di medici, che hanno anche ricostruito i dotti biliari delle bimbe, ora nelle condizioni di vivere separate. Al termine dell’intervento le piccole, figlie di una coppia residente in Lombardia, sono state portate in terapia intensiva e da un paio di giorni sono in chirurgia pediatrica.

Il 23 agosto scorso è stata la prima volta che all’ospedale di Bergamo nascevano gemelli siamesi. Un evento molto raro: circa un caso ogni 200 mila nascite. Celebre in Italia il caso delle gemelle Foglia, nate nel 1958 e unite fra loro a livello di bacino e che, nel 10 maggio 1965, si sottoposero ad un’operazione delicata per “separarsi” presso l’ospedale Regina Margherita di Torino con un pool di 25 medici. Intervento unico in Europa fino a quel tempo e che finì nel migliore dei modi. (La Voce delle Valli)