Bologna, immigrato tenta una rapina e minaccia carabiniere: fermato con il taser

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 novembre 2018 14:25 | Ultimo aggiornamento: 20 novembre 2018 14:25
bologna taser

Bologna, immigrato tenta una rapina e minaccia carabiniere: fermato con il taser

BOLOGNA – E’ stato fermato con l’aiuto del taser un ventenne del Bangladesh che a Bologna ha tentato di fare una rapina in un minimarket gestito da un connazionale in via Corticella.

Impugnando un grosso bastone in legno, lo straniero domenica ha minacciato il commerciante 25enne per farsi consegnare l’incasso, poi ha rivolto la stessa arma contro i carabinieri, intervenuti dopo la segnalazione di un passante.

Viste le minacce e il rifiuto di posare il bastone, i militari del nucleo radiomobile che avevano in dotazione il taser hanno estratto la pistola elettrica e attivato il ‘warning ark’, una sorta di scintilla che serve come avvertimento prima dell’eventuale utilizzo.

Il giovane inizialmente non sembrava volersi calmare e si è rivolto ai militari dicendo: “Non ho paura, colpitemi”. Una seconda attivazione della scintilla di avvertimento lo ha convinto, pochi istanti dopo, ad arrendersi e a liberarsi del bastone, della lunghezza di circa un metro.

Il ventenne, che risulta senza fissa dimora, è stato arrestato per tentata rapina e resistenza a pubblico ufficiale.

Quello di domenica è il primo utilizzo in città del taser, in dotazione dall’inizio di settembre, in via sperimentale, ad alcune pattuglie dell’Arma. Può essere utilizzato da militari che hanno seguito uno specifico corso di formazione per imparare a usare correttamente la pistola elettrica.