Caltanissetta, non si ferma all’alt e travolge poliziotto: positivo a cocaina e cannabis

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Novembre 2019 11:47 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2019 11:48
Caltanissetta, non si ferma all'alt e investe poliziotto

Foto archivio ANSA

ROMA – Ha visto gli agenti della polizia e invece di fermarsi all’alt ha speronato la volante, travolgendone uno. Un ragazzo di 25 anni è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio dopo un pericoloso inseguimento iniziato a Caltanissetta e terminato a Delia.

Il giovane era positivo sia ai cannabinoidi che alla cocaina e tra i reati  contestati ci sono anche resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, danneggiamento aggravato e guida in stato di alterazione psicofisica da sostanze stupefacenti.

L’episodio risale alle due di notte di domenica 3 novembre: un equipaggio della sezione volanti, in piazza Martiri d’Ungheria, ha notato una Golf, transitare a velocità sostenuta. I poliziotti hanno intimato l’alt, attivando i dispositivi luminosi e acustici, al fine di procedere al controllo del mezzo. Invece di fermarsi, il conducente ha proseguito la marcia accelerando l’andatura.

Gli agenti hanno così dato il via all’inseguimento, fino all’arrivo in via Sallemi dove il 25enne è stato bloccato. Il ragazzo invece di rispettare l’ordine dell’agente di spegnere il veicolo e scendere dal mezzo, ha travolto il poliziotto, facendolo rovinare a terra, dandosi nuovamente a precipitosa fuga. Ha quindi avuto inizio un nuovo inseguimento, nel corso del quale ha speronato l’auto della polizia che tentava di fermarlo.

L’inseguimento, protrattosi per la strada provinciale 134, è proseguito lungo la statale 640, raccordo per Pietraperzia, direzione Agrigento, la strada provinciale 34 ed è terminato a Delia. I poliziotti, per far desistere il giovane dal continuare la fuga, hanno esploso alcuni colpi di arma da fuoco a scopo intimidatorio. Una volta fermato, il venticinquenne ha opposto resistenza, scagliandosi contro di loro con calci e pugni.

Gli agenti hanno riportato lesioni personali agli arti. Sottoposto a esami tossicologici, è risultato positivo ai cannabinoidi e alla cocaina. Posto in stato di arresto, è stato condotto al carcere Malaspina di Caltanissetta. Stamattina l’arresto è stato convalidato dal gip. (Fonte AGI)