Claudio Febbi e il fratello Mauro, morti lo stesso giorno a distanza di anni. Una premonizione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 dicembre 2017 9:08 | Ultimo aggiornamento: 8 dicembre 2017 9:35
claudio-febbi

Claudio Febbi, il ragazzo morto in un incidente sulla Colombo a Roma (foto da Facebook)

ROMA – Claudio Febbi è morto in un incidente sulla Cristoforo Colombo, una delle strade più trafficate e pericolose di Roma. Destino tragico e beffardo: Claudio è morto il 7 dicembre. Sempre il 7 dicembre, ma di un altro anno, era morto anche il fratello Mauro.

Era lo stesso Claudio ad averlo scritto su Facebook: “Il 7 dicembre Dio ti ha chiamato con sè, e lo odio con tutto me stesso. Rimarrai sempre con me, ti amo fratellone mio”.

E non è tutto perché, come spiega Veronica Cursi su Il Messaggero, un’altra macabra premonizione si può leggere sulla bacheca di Claudio:

«Dicembre – scriveva Claudio solo cinque giorni fa – ho sempre avuto uno strano rapporto con questo mese, lo amo ma ci combatto. Dicembre è il mese in cui si respira aria di festa, negozi addobbati e tavole imbandite, luci accecanti e bambini ansiosi. Ma dentro il buio, il buio di chi questo mese lo vive di mancanze. Il mese in cui i ricordi saranno più vivi che mai. Sarà che mancheranno i sorrisi pazzi, sarà che mancherà il regalo più importante. Dicembre, un mese di sorrisi e tristezza. Il mese in cui ritorni a casa la sera e vorresti trovare tutto al proprio posto, comprese le persone».

Claudio Febbi è morto all’altezza di Piazzale dell’Agricoltura: la sua auto si è schiantata e nell’incidente sono rimase ferite altre tre ragazze.