Claudio Pinti, l’untore HIV, nella stessa cella di Innocent Oseghale. La ribellione degli altri detenuti: “Ti stacchiamo la testa”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 giugno 2018 11:53 | Ultimo aggiornamento: 15 giugno 2018 11:53
Claudio Pinti, l'untore HIV, nella stessa cella di Innocent Oseghale. La ribellione degli altri detenuti: "Ti stacchiamo la testa"

Claudio Pinti, l’untore HIV, nella stessa cella di Innocent Oseghale. La ribellione degli altri detenuti: “Ti stacchiamo la testa”

ANCONA – A Claudio Pinti, l’untore arrestato in questi giorni e trasferito al carcere di Montacuto (Ancona) è stata assegnata la stessa cella dove, fino a poco fa, c’era Innocent Oseghale, il nigeriano accusato di aver stuprato, ucciso e fatto a pezzi Pamela Mastropietro.

Oseghale [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]  è stato poi trasferito nel carcere di Marino del Tronto, ad Ascoli Piceno, dove si trova tutt’ora. L’arrivo di Pinti, 36 anni, autotrasportatore, arrestato per lesioni dolose gravissime dopo essere stato denunciato dalla ex compagna, rimasta infettata, ha suscitato la ribellione degli altri detenuti.

“Sei finito”, “appena esci dalla cella ti stacchiamo la testa” alcune delle frasi che gli sono state rivolte. Il suo legale, Alessandra Tatò, ha chiesto gli arresti domiciliari.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other