Coronavirus, forza blocco stradale e grida “sono positivo”: 32enne arrestato a Misano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Aprile 2020 10:45 | Ultimo aggiornamento: 3 Aprile 2020 12:17
Coronavirus, forza blocco stradale e grida "sono positivo": 32enne arrestato a Misano VIDEO

Coronavirus, forza blocco stradale e grida “sono positivo”: 32enne arrestato a Misano

BOLOGNA – Dopo aver forzato un blocco stradale, è fuggito ed è stato fermato dai carabinieri solo dopo una colluttazione durante la quale continuava a gridare: “Sono positivo al virus”.

E’ successo ieri mattina, 2 aprile tra Cattolica e Misano, in provincia di Rimini, dove un brasiliano di 32 anni, senza patente, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, ma il magistrato non ha applicato la misura cautelare per motivi igienico sanitari.

L’uomo era sfuggito all’alt dei carabinieri al varco di Cattolica, per poi essere intercettato e bloccato dopo un inseguimento, concluso con un incidente stradale, a Misano.

Il 32enne ora si trova all’ospedale Ceccarini di Riccione: quando è arrivato aveva oltre 38 di febbre ed è stato sottoposto al tampone. Tre carabinieri, riporta la stampa locale, sono rimasti feriti. Insieme all’uomo, in auto, c’era la madre.

Coronavirus, il 2 aprile 7mila denunciati

Ieri le forze di polizia hanno controllato 246.365 persone e 95.881 esercizi commerciali e attività. Le persone sanzionate in via amministrativa per i divieti sugli spostamenti sono state 7.080; quelle denunciate per false attestazioni nell’autodichiarazione sono state 113 e quelle denunciate per violazione della quarantena 19.

I titolari di esercizi commerciali sanzionati sono stati 145 e 28 i provvedimenti di chiusura delle attività. 

Nell’ultima settimana sono stati 330 a violare la quarantena. In base al nuovo decreto rischiano il carcere da 1 a 4 anni per aver attentato alla salute degli altri cittadini. Dall’11 marzo, data di entrata in vigore delle prescrizioni, sono state controllate complessivamente 4.128.795 persone e 1.849.293 esercizi commerciali. Circa 157mila i denunciati.

(fonti ANSA, CORRIERE ROMAGNA)