Coronavirus, a Genova stretta in quattro aree della città dalle 21 alle 6

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 Ottobre 2020 20:49 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2020 20:49
Coronavirus Genova, nel weekend niente passeggiate sul lungomare

Coronavirus Genova, nel weekend niente passeggiate sul lungomare (foto Ansa)

Mezzo coprifuoco anche a Genova per arginare i contagi di coronavirus: in quattro aree della città ci sarà una chiusura della circolazione dalle 21 alle 6

Anche Genova va verso un mezzo coprifuoco per contrastare il coronavirus: in quattro aree della città ci sarà una “chiusura” della circolazione al pubblico “dalle ore 9 delle sera fino alle 6 del mattino”. Lo ha annunciato il sindaco della città, Marco Bucci.

Il provvedimento è “sotto esame ora con la ministra degli Interni, Luciana Lamorgese. Concorderemo assieme al prefetto e alla ministra le modalità”, ha spiegato Bucci.

In queste aree “si potrà circolare soltanto se si va in uno specifico esercizio commerciale, in un ristorante o in un bar. L’accesso ‘ludico’ può essere consentito solo se si va in un esercizio commerciale” al chiuso o all’aperto ma con posti a sedere.

Le aree coinvolte

Bucci ha anticipato che le aree coinvolte saranno quelle del centro storico, del quartiere di Sampierdarena nella parte tra via Cantore e il mare e di Certosa. “Sono le aree che oggi danno i segnali più preoccupanti per i contagi e per la possibilità di avere assembramenti. Definiremo meglio domani mattino con la Prefetta e la ministra Lamorgese per avere tutte le modalità precise”.  

In queste aree di Genova, ha spiegato il sindaco della città, non sarà possibile l’assembramento ma neppure la libera circolazione.

“Ci si potrà spostare per raggiungere la propria abitazione o un ristorante ma non si potrà stare in giro e sostare”, ha chiarito Bucci. “Non ci saranno dei posti di blocco all’ingresso e all’uscita dei quartieri – ha continuato – ma dei controlli intensivi da parte delle forze dell’ordine sì”. (Fonte: Ansa)