Coronavirus, parla Mattia, il paziente 1 di Codogno: “La cena con un cinese, le due maratone in una settimana: tutto falso”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Maggio 2020 23:05 | Ultimo aggiornamento: 21 Maggio 2020 23:06
Codogno, Ansa

Coronavirus, parla Mattia, il paziente 1 di Codogno: “La cena con un cinese, le due maratone in una settimana: tutto falso” (foto Ansa)

ROMA – “L’etichetta di Paziente 1 non mi è mai pesata, le bugie sì.

La cena con un cinese, le due maratone in una settimana: tutto falso.

Mi è pesata la popolarità che ne è conseguita, devo continuamente respingere le richieste di interviste o di ospitate televisive”.

Mattia Maestri, il cosiddetto paziente 1 di Codogno, si racconta in un’intervista a Sportweek, intervista che andrà in edicola sabato con la Gazzetta dello Sport.

Mattia parla delle due settimane in terapia intensiva, della figlia nata pochi giorni dopo le sue dimissioni, e della sua voglia di tornare a correre, passione condivisa con la moglie e con un gruppo di fedelissimi, i compagni del Gruppo Podistico Codogno ’82 che ha voluto coinvolgere nell’intervista.

“Nel periodo del mio ricovero – ha spiegato, come si legge in un’anticipazione del servizio – hanno sostenuto la mia famiglia. Si sono anche iscritti ai social per difendermi”. (Fonti: Ansa, La Gazzetta dello Sport).

Coronavirus in Italia, i numeri

Resta stabile e in costante ribasso la curva epidemica in Italia. Oggi, 21 maggio, si registrano 642 nuovi casi di coronavirus, di cui la metà in Lombardia, che da sola ne totalizza 316, contro i 665 di ieri.

Sono i dati forniti dal bollettino quotidiano della Protezione civile. Numeri che portano il totale delle persone che hanno contratto il virus dall’inizio dell’epidemia a 228.006.

E per la prima volta in ben 9 Regioni non si registrano decessi nelle ultime 24 ore: si tratta di Valle d’Aosta, Provincia di Trento, Provincia di Bolzano, Umbria, Molise, Puglia, Calabria, Basilicata e Sicilia, con Calabria e Bolzano che totalizzano anche zero nuovi casi. 

morti sono 156 contro i 161 di ieri, per un totale di ​32.486, mentre i guariti sono 2.278 (ieri 2.881), ​​134.560 in tutto.

Per effetto di questi dati, continuano a diminuire gli attualmente positivi, 1.792 in meno oggi, scendendo a ​60.960.

Intanto prosegue, ormai da quasi un mese e mezzo, il calo costante dei ricoveri: quelli in regime ordinario scendono di 355 unità, ​9.269 totali, mentre le terapie intensive sono 36 in meno, 640 totali.

Le persone in isolamento domiciliare sono ​51.051.