Erich Priebke, la lettera segreta per mandare la salma in Germania

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Ottobre 2013 9:23 | Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2013 9:23
Erich Priebke, la lettera segreta per mandare la salma in Germania

Erich Priebke (Foto Lapresse)

ROMA – Erich Priebke, spunta una lettera data dal prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, all’avvocato dell’ufficiale delle SS, Paolo Giachini. Secondo quanto scrive Fiorenza Sarzanini sul Corriere della Sera, questa lettera potrebbe servire a chiudere la vicenda della tumulazione della salma, rifiutata dall’Italia (dove Priebke è morto), dall’Argentina (dove ha vissuto gli ultimi anni da uomo libero), e spedirla in Germania.

Dopo il no deciso del Vaticano al funerale cattolico, la celebrazione interrotta ad Albano Laziale e il trasferimento della salma nell’hangar dell’aeroporto militare di Pratica di Mare (Roma), l’avvocato Paolo Giachini, a cui i familiari di Priebke hanno rinnovato il mandato, ha tirato persino in ballo i servizi segreti, ma è stato smentito dal governo.

Per far fronte alle insistenze di Giachini, il prefetto Pecoraro, dopo aver firmato l‘ordinanza che vieta la sepoltura del nazista a Roma, ha inviato una lettera all’avvocato in cui lo invita, scrive Sarzanini,

“dopo aver appreso che i familiari del signor Priebke le hanno rinnovato il mandato per procedere alla tumulazione della salma del proprio padre”, a “prendere contatto con la prefettura per organizzare la consegna della salma, specificando che per motivi di ordine pubblico non potrà essere tumulata in questa provincia”.