“Marchionne terrorista”, nuove scritte a Torino contro l’ad di Fiat

Pubblicato il 11 Gennaio 2011 19:15 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2011 19:27

Sergio Marchionne

Nuove scritte contro l’amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, e contro il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni, sono state trovate dagli agenti della Digos a Torino.

Una scritta, tracciata con vernice di colore rosso, è stata rinvenuta sul muro di una delle entrate dei parcheggi sotterranei del Gtt, nei pressi dello stabilimento di Mirafiori: ”Terrorista è Marchionne”. Accanto a quest’ultima era tracciato il simbolo della falce e martello.

Sulla serranda della sede della Uil Scuola, in via Pisa, è apparsa una scritta tracciata con vernice nera: ”Sempre d’accordo coi padroni=Uil”. La Digos sta indagando sui vari episodi raccogliendoli in un unico fascicolo i cui incartamenti verranno trasmessi alla Procura della Repubblica. Risale, invece, ad alcuni mesi fa la scritta tracciata con vernice verde nei pressi del Lingotto, dove si trovano i vertici del gruppo automobilistico torinese (”Marchionne e Bonanni dopo il fumo arriva l’arrosto”), che fa riferimento al lancio di un fumogeno contro il segretario nazionale della Cisl.

5 x 1000