Migranti, naufragio Lampedusa: recuperati sette cadaveri in mare

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Dicembre 2019 14:22 | Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre 2019 14:23
Migranti, naufragio Lampedusa: recuperati sette cadaveri in mare

Migranti, naufragio Lampedusa: recuperati sette cadaveri in mare (Foto Ansa)

ROMA – I sommozzatori della Guardia costiera hanno recuperato sette cadaveri, i primi ritrovati dopo il naufragio di una settimana fa avvenuto nel mare di Lampedusa, a un miglio dall’Isola dei Conigli. Subito dopo la tragedia erano state recuperate le salme di 5 donne. Il ritrovamento è avvenuto a circa 40 metri di profondità, dove è stato avvistato un altro cadavere che verrà portato in superficie domattina.

All’appello mancherebbero altre 9 persone: secondo le testimonianze dei superstiti, su quell’imbarcazione vi sarebbero stati 170 migranti; 149 i superstiti. Il Rov (un dispositivo subacqueo con controllo a distanza) della Guardia costiera domattina monitorerà tutta l’area circostante perché il mare in tempesta potrebbe anche aver trascinato a distanza altri corpi.

Intanto evacuazione medica per 8 immigrati a bordo della nave Alan Kurdi, che si trova a circa 80 miglia dalla costa di Lampedusa (Ag). A recuperare i migranti, che stavano male, è stata una motovedetta della Guardia costiera. Gli 8 sono stati portati al Poliambulatorio dell’isola. (Fonte Ansa).