No Tav: “Più sbirri morti”. Salvini: “Vergognatevi”

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 Luglio 2019 11:51 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2019 11:51
no tav sbirri

La scritta al cantiere Tav (Foto Facebook)

ROMA – “Più sbirri morti”: questa la scritta comparsa su una lamiera del cantiere della Tav a Chiomonte (Torino), nel giorno della manifestazione contro la tratta ferroviaria Torino-Lione e a poche ore dall’omicidio del vice brigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega. Una scritta stigmatizzata dal vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che su Facebook ha preso il la per attaccare i manifestanti. 

“Nel giorno in cui a Roma si apre la camera ardente per il nostro Carabiniere, la scritta “Più sbirri morti” nei luoghi della violenza No Tav riempie di tristezza e di sgomento. Vergognatevi, siete gente senza coscienza e senza morale e, per fortuna, siete pochi. In questa domenica, gli italiani perbene si stringono nell’abbraccio a chi, indossando una divisa, ogni giorno mette a rischio la propria vita per difendere quella degli altri”, ha scritto il leader della Lega su Facebook.

Durante la manifestazione di sabato i manifestanti hanno violato la zona rossa, forzando la cancellata e le recinzioni. Un agente della Digos è stato ferito in modo lieve da una pietra, lanciata con petardi, bombe carta e lacrimogeni. Il bilancio finale è stato di 48 denunciati, tra cui molti attivisti del centro sociale torinese Askatasuna, compreso il suo leader. (Fonti: Facebook, Ansa)