Radio Maria su Medjugorje: “La fede non è un luna park”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Giugno 2015 9:18 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2015 9:18
La statua della Madonna di Medjugorje

La statua della Madonna di Medjugorje

ROMA – “La fede non è un luna park – dice padre Livio Fanzaga,  il direttore di Radio Maria – Ci sono fedeli che raggiungono Medjugorje per convertirsi e per quelli non cambia niente. Ma poi ci sono quelli che ci vanno solo per curiosità, come al luna park. E corrono appresso ai messaggi delle quattro del pomeriggio, ai veggenti, al sole che gira”. Livio Fanzaga dà ragione a Papa Francesco che negli scorsi giorni aveva preso le distanze dai veggenti di Medjugorje. “La Madonna non è un postino” ha dichiarato Papa Francesco.

“Conosco sacerdoti che non credono alle apparizioni riconosciute, come Lourdes e Fatima. Bene questi preti non peccano contro la fede. Sono liberi di pensarla come vogliono, anche se la Chiesa ha messo il suo sigillo su quel che accadde in Portogallo e sui Pirenei. Figurarsi a Medjugorje che da più di trent’anni divide e lacera la stessa Chiesa. Ci sono vescovi scettici, a cominciare da quelli della ex Jugoslavia, e autorevolissimi cardinali, come quello di Vienna Schonborn, entusiasti. E poi le apparizioni, migliaia e migliaia, vere o verosimili che siano, proseguono. Il fenomeno è ancora in corso. Dunque, prudenza. La Rivelazione non può essere confusa con le rivelazioni private.

“Per chi frequenta Medjugorje – conclude padre Livio – questa dev’essere l’ora della purificazione: digiuno, preghiera, conversione. E invece c’è chi impugna Medjugorje come una bandiera e la innalza e fa pressione sul Papa e magari ingrassa il portafogli”.