Reggio Calabria: voti in cambio di lavori, indagato consigliere

Pubblicato il 13 Gennaio 2012 15:38 | Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio 2012 15:41

PALMI (REGGIO CALABRIA) – Un avviso di conclusione indagini è stato emesso dalla Procura della Repubblica di Palmi nei confronti del consigliere della Provincia di Reggio Calabria Rocco Sciarrone, del Pri, indagato per voto di scambio.

L'avviso, di cui scrive il Corriere della Calabria, è stato notificato anche al padre, Giuseppe Sciarrone, e ad Antonio Rocco Zito, per il reato di danneggiamento.

Rocco Sciarrone ed il padre, secondo l'accusa, in una prima fase avrebbero promesso alla comunita' rom di Gioia Tauro di asfaltare una strada del loro quartiere in cambio di voti. Dopo le elezioni, sempre secondo l'accusa, Sciarrone ha mantenuto fede alla promessa facendo intervenire Zito per eseguire opere di canalizzazione e fornendo anche un miniescavatore per l'esecuzione dei lavori.

A scoprire tutto è stata la polizia provinciale che ha segnalato il fatto alla Procura della Repubblica di Palmi che ha avviato le indagini. L'accusa di danneggiamento contestata ai tre si riferisce proprio all'esecuzione dei lavori. Secondo quanto emerso dalle indagini, Rocco Sciarrone, nel quartiere abitato dai rom ha ottenuto 158 voti, pari' al 30% delle preferenze, contro i 49 voti (9%) dell'avversario più vicino. Elemento che, secondo l'accusa, proverebbe il voto di scambio.