Roma, non si ferma all’alt dei carabinieri e scatta un inseguimento di 17 km

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 febbraio 2018 14:03 | Ultimo aggiornamento: 15 febbraio 2018 14:05
Inseguimento a Roma dopo che un uomo non si è fermato all'alt dei carabinieri

(Foto d’archivio Ansa)

ROMA – E’ stato un vero e proprio inseguimento da film quello che si è visto mercoledì 14 febbraio per le strade di Roma. A farlo scattare, un’auto che su via di Tor Bella Monaca non si è fermata all’alt dei carabinieri.

L’inseguimento, iniziato intorno alle 8:30 di mattina in piena ora di punta, è proseguito anche sul Grande raccordo anulare fino a via Tasmania, in zona Bufalotta, dove il conducente, un romano di 49 anni, ha lasciato la macchina per tentare la fuga a piedi. Ma i carabinieri della stazione di Tor Bella Monaca lo hanno bloccato dopo una colluttazione.

L’auto è poi risultata rubata il giorno prima. L’uomo è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e per ricettazione. Un carabiniere è rimasto lievemente contuso.

Solo poche ore prima un episodio simile a Villaricca (Napoli), dove a non fermarsi all’alt dei carabinieri è stato un furgone con targa svizzera. I due uomini a bordo, Saverio Palma, 45 anni, e Vittorio De Stasio, 43 anni, entrambi di Villaricca e già noti alle forze dell’ordine, anziché fermarsi hanno accelerato, tentando la fuga, scrive il quotidiano online Il Roma.

I carabinieri li hanno inseguiti e quando sono riusciti a bloccarli hanno perquisito il furgone, dove hanno trovato 25 grammi di cocaina e 980 grammi di marijuana divisi in 2 buste nascoste all’interno delle portiere anteriori. Nella perquisizione delle loro abitazioni i militari hanno scoperto altre 21 dosi di cocaina. I due uomini sono stati arrestati con l’accusa di detenzione di droga a fini di spaccio.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other