Roma, esplosione dolosa in via Galati: un morto. Biglietto “Ladri”. Dopo sfratto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Gennaio 2015 8:20 | Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio 2015 14:36

ROMA – Un morto e 14 feriti: è questo il bilancio di un’esplosione dolosa in un palazzo alla periferia di Roma. L’esplosione è stata rivendicata da un biglietto che recitava “ladri, non vi godrete la casa”, quindi non è stato un incidente, visto che la precedente inquilina della casa esplosa era stato sfrattato. Per questo la Procura ha aperto un fascicolo per tentata strage. Si sono viste scene di panico e gente che si lanciava dalla finestra. La vittima è un napoletano di 50 anni, tra i feriti uno è in codice rosso. E’ accaduto intorno alle 3 tra il 19 e il 20 gennaio in via Vito Giuseppe Galati, in zona Palmiro Togliatti. L’esplosione sembra essere dolosa, non un incidente: all’interno di un’auto nei pressi del palazzo è stato trovato questo biglietto: “Il Signore la casa non ve la farà godere perché siete ladri, più ladri”. Inoltre la bombola di gpl trovata all’interno dell’appartamento era nei pressi dell’ingresso e aveva la manopola aperta.

La vittima è stata trovata morta dai Vigili del fuoco all’interno del bagno, senza finestra, di un appartamento del piano superiore rispetto a quello da cui è partita l’esplosione. I feriti sono stati trasportati in diversi ospedali della città dal 118, intervenuto con sei ambulanze e un’automedica; il più grave al Pertini. Altre persone hanno raggiunto il pronto soccorso con mezzi propri. L’esplosione sarebbe partita da un appartamento al primo piano, probabilmente da una bombola del gas trovata all’interno dai vigili del fuoco. In casa non c’era nessuno. L’inquilina era stata sfrattata tempo fa.

Antonio Mulargia, un suo vicino di casa, ha detto: “Io l’avrò vista tre o quattro volte. Una persona anziana. Era tranquilla, mai dato problemi. Buongiorno e buonasera ma nient’altro”. “Non so dire altro – aggiunge – non c’erano poi tante occasioni di incontro. Ma la settimana scorsa c’era un furgone nel cortile dove stavano mettendo dei mobili”.

Sul luogo dell’esplosione ci sono state scene di panico: “Si è sentito un boato fortissimo” racconta un soccorritore. Danneggiate anche quattro auto parcheggiate in strada. “Per la paura due persone si sono lanciate dalla finestra” hanno raccontato testimoni.