Roma, stupro a P.le Clodio: arrestato dipendente della Marina. Tradito dalla bici

di Redazione blitz
Pubblicato il 1 luglio 2015 11:57 | Ultimo aggiornamento: 1 luglio 2015 13:26
Roma, stupro a P.le Clodio: arrestato dipendente della Marina. Tradito dalla bici

Roma, stupro a P.le Clodio: arrestato dipendente della Marina. Tradito dalla bici

ROMA – Roma, stupro a P.le Clodio: arrestato dipendente della Marina. Tradito dalla bici. È stato arrestato dalla polizia il presunto stupratore della ragazza di 16 anni violentata due notti fa a Roma. Si tratta di un trentunenne, G. F. le iniziali, originario della provincia di Cosenza, appartenente al Ministero della Difesa, in forza presso l’Arsenale della Marina. E’ stato riconosciuto dalla vittima.

Ed è stato tradito dalla bicicletta con cui si era avvicinato alla vittima e alle sue amiche e che aveva legato a un palo: la polizia ha atteso un passo falso che è giunto quando in mattinata il fratello dell’arrestato è andato a recuperarla. Subito fermato l’uomo alla fine ha indirizzato gli inquirenti verso il fuggiasco.

In casa del presunto stupratore sono stati recuperati anche i calzoncini, appena lavati, indossati la sera dello stupro. Quella sera aveva avvicinato la vittima e due sue amiche, di ritorno da un breve giro a Castel Sant’Angelo per assistere allo spettacolo pirotecnico, fingendosi un finto poliziotto. Alla richiesta dei documenti solo la ragazzina di Bari ha risposto sì: con la scusa di registrare la carta d’identità si è allontanato con lei per qualche centinaio di metri prima di usarle violenza sullo spiazzo erboso buio e abbandonato. Alla fine la minaccia finale: “O taci o ti ammazzo”. La ragazzina, coraggiosa, ha riferito tutto e sporto denuncia.