Salento, peschereccio si ribalta: un uomo raggiunge la riva a nuoto, dispersi gli altri due

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Febbraio 2019 9:53 | Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio 2019 11:59
Salento, peschereccio si ribalta: un uomo raggiunge la riva a nuoto, dispersi gli altri due

Salento, peschereccio si ribalta: un uomo raggiunge la riva a nuoto, dispersi gli altri due (Foto archivio Ansa)

LECCE – Naufragio in mare al largo di Capo di Leuca, in provincia di Lecce. Un peschereccio con a bordo tre persone si è ribaltato a due miglia dalla costa salentina. Uno dei tre occupanti del natante, Cosimo Piro, di 32 anni, si è salvato nuotando fino alla riva, mentre gli altri due, il padre Fabrizio Piro, di 53 anni,  Damiano Tricarico, un amico di 43 anni, sono dispersi.

Sono subito scattate le ricerche coordinate dalla Guardia Costiera di Gallipoli. Dalle prime informazioni sembra che la barca, a causa del mare mosso, abbia iniziato ad imbarcare acqua ed i tre si sono trovati in difficoltà e sono finiti in mare.

L’unico superstite è stato trasportato all’ospedale Panico di Tricase (Lecce) ed ha raccontato di avere visto le altre due persone che erano con lui annaspare tra le onde. Alle ricerche, oltre alle motovedette, partecipano anche un elicottero dei vigili del fuoco ed un aereo della Guardia costiera. 

Secondo quanto quanto riferiscono i quotidiani locali, la barca era uscita per una battuta di pesca come d’abitudine. All’improvviso però ha iniziato ad imbarcare acqua e poi si è ribaltata. Solo Cosimo Piro è riuscito a salvarsi nuotando fino alla riva. Appena arrivato a riva, stremato, ha dato l’allarme.