Scommettitore seriale minacciava di morte i giocatori di Monza, Pro Vercelli, Viterbese

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Dicembre 2019 12:27 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2019 12:27
Scommettitore seriale minacciava di morte i giocatori di Monza, Pro Vercelli, Viterbese

Scommettitore seriale denunciato: minacciava di morte i giocatori (Ansa)

ROMA – Reperiva sui social i cellulari dei calciatori e li minacciava di morte perché facessero perdere la loro squadra nelle partite sui cui scommetteva. Un 25enne di Palagonia, in provincia di Catania, è stato denunciato dai carabinieri di Alessandria, che nella sua abitazione hanno sequestrato telefoni e schede sim.

Tentata estorsione pluriaggravata l’accusa nei suoi confronti. Le indagini sono scattate dall’esposto di un giocatore del Monza, in ritiro ad Alessandria in vista della partita con la Juventus U-23.

“Avvisa tutta la difesa che la partita si deve perdere”, altrimenti “ti puoi considerare un morto che cammina”, è il tenore dei messaggi ricevuti dal calciatore prima della partita, vinta 4-1 dal Monza. Analoga denuncia è stata presentata dalla società di Silvio Berlusconi alla Figc e alla Lega Pro. Le indagini hanno permesso di accertare altri due episodi analoghi, nei confronti di due calciatori di Pro Vercelli e Viterbese.

L’uomo è noto per essere uno scommettitore seriale. “Ma a volte non erano soldi suoi – segnala La Stampa -. Sempre tramite i social media individuava soggetti ritenuti facilmente influenzabili, li induceva a scommettere online su incontri di calcio che definiva «sicuri», «pilotati». Una volta vinta la scommessa – anche se casualmente – ricontattava le persone per estorcere parte della vincita”. (fonti Agi, La Stampa)