Scott Weiland, morto cantante degli Stone Temple Pilots

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Dicembre 2015 9:54 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2015 10:06
Scott Weiland (foto Lapresse)

Scott Weiland (foto Lapresse)

NEW YORK – Scott Weiland, ex cantante degli Stone Temple Pilots, è morto a 48 anni. Il suo corpo privo di vita è stato trovato sul tour bus su cui viaggiava mentre si trovava in Minnesota per un concerto. La notizia è stata diffusa via Twitter da Dave Navarro già chitarrista dei Jane’s Addiction e dei Red Hot Chili Peppers. Weiland era in tour con il suo attuale gruppo Scott Weiland & i Wildabouts, che avrebbe dovuto suonare alla Ballroom Medina. Una fonte collegata alla band ha raccontato che il musicista è stato trovato sul bus alle 21 di giovedì sera.

Gli Stone Temple Pilots si sono sciolti alle soglie del nuovo millennio per poi dar vita a un reunion tra il 2008 e il 2014. Nel 2003 Scott Weiland partecipò al progetto Velvet Revolver, un supergruppo che vedeva, oltre a Weiland, tre ex componenti dei Guns N’ Roses: Slash alla chitarra, Duff McKagan al basso e Matt Sorum alla batteria.

Subito su twitter l’hashtag #RIPScottWeiland ha iniziato a circolare. Dopo i primi lanci via social, la notizia della morte del cantante è stata confermata anche sulla sua pagina Facebook (foto Lapresse).