Siracusa, agente aggredito in carcere: protesta polizia penitenziaria

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 maggio 2018 5:00 | Ultimo aggiornamento: 4 maggio 2018 8:35
Agente penitenziaria ferito a Siracusa: protesta dei colleghi

Siracusa, agente aggredito in carcere: protesta della penitenziaria

SIRACUSA – Un agente della polizia penitenziaria è stato aggredito in carcere a Siracusa mentre era in servizio da parte di un detenuto extracomunitario. Un’aggressione per cui i colleghi supportati dal sindacato hanno dato il via ad una protesta per denunciare la grave carenza di organico.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play

Domenico Nicotra, segretario generale aggiunto dell’OSAPP, ha ribadito la necessità che vengano assunti urgenti e non più procrastinabili interventi che incrementino il poco personale, rende noto che nella la mattina del 3 maggio un detenuto extracomunitario, di origine africana, abbia aggredito un Assistente Capo di Polizia Penitenziaria afferrandolo per il collo:

“Nel mentre la Polizia Penitenziaria di Siracusa manifesta ad oltranza dinanzi l’Istituto Penitenziario di Cavadonna per denunciare la grave carenza di organico, all’interno delle mura si registra l’ennesima aggressione. Per fortuna, prosegue il sindacalista dell’OSAPP, solo il pronto intervento del poco personale immediatamente disponibile ha evitato che si registrasse un epilogo molto più grave per il malcapitato Poliziotto.

È assolutamente necessario, prosegue Nicotra, che il Provveditore Regionale adotti urgenti, seppur temporanei, provvedimenti che possano fungere da tampone ad una situazione che sta degenerando. Infine, nella mattinata di domani 3 maggio 2018 si da notizia che questo Segretario Generale Aggiunto dell’OSAPP alle ore 10:30 dinanzi la Casa Circondariale di Siracusa terrà una conferenza stampa”.